Promemoria Audacity per Mac di Paolo Giacomoni

promemoria confidenziale di audacity per mac
versione 17 giugno 2017

Dedicato all'amica Rossy, a cui devo molto e che mi ha sollecitato a fare questo lavoretto. Se vi è servito, dite grazie anche a lei.

indice
n.b.: cerca due segni di radice (il tasto vicino all'1, quello che voiceover chiama "barraretroversa backslash) ) per trovare l'inizio dei capitoli e cerca un solo segno di radice per l'inizio dei paragrafi.

anzitutto
capitolo preliminari
latenza
Esportare in mp3
modo di selezione delle tracce
dispositivo d'ingresso e d'uscita
due tasti caldi

capitolo aprire, ascoltare, salvare un file audio
aprire un file
E adesso ascoltiamo!
salvataggio

capitolo registrare, copiare, incollare, tagliare
copiare
tagliare
incollare

Capitolo registriamo una canzone suonata da te
il metronomo
Nome alla traccia e menù contestuale
L'accompagnamento
il canto e il riverbero
missaggio volumi
disposizione nello spazio stereo
salvataggio

capitolo altre procedure utili o divertenti
eliminare fruscìo e rumore di fondo
togliere la voce del cantante da una canzone
sottofondo musicale
dividere in due un lungo file.
unire in uno solo, due file in sequenza.
dupplicando una traccia
l'equalizzatore, giochino perverso
Appendice 1 - gli effetti
appendice 2 - tasti caldi

\anzitutto

Audacity è un programma per ascoltare, registrare editare file audio anche su molte tracce.
A me piace molto e gli perdono certe scomodità, ma se sai già usare con successo Garage band o logic, lascia perdere audacity: g.b. è molto più bravo.
Amadeus invece mi pare equivalente, salvo che costa, ma se hai già, e sai usare amadeus, lascia perdere audacity.
Io non sono tanto bravo con mac e perciò può darsi che altri scoprano soluzioni migliori di quelle che confidenzialmente scrivo in questo file. Ringrazio perciò gli utili suggerimenti, integrazioni, correzioni e domande che mi perverranno:
paolgiac@icloud.com paolo.giacomoni@fastwebnet.it
Mi riferisco alla release 2.1.1 nell'apposita versione per mac e screen reader scaricabile qui:
http://www.fosshub.com/Audacity.html/audacity-macosx-ub-2.1.1-screen-reader.dmg
Non spiegherò nemmeno tutto, un po' perchè magari è roba che non serve, un po' perchè non la so. Però magari scrivimi che qualche soluzione forse si trova e qualche aggiunta a questo promemoria si potrà fare.
Se conosci già audacity in windows, vedrai che con mac si presenta quasi identico, solo un po' più scomodo!
Vantaggi di audacity: è gratuito ed opensource.
Svantaggi: non supporta file.mid né file video di qualunque formato, e, nella versione per mac è meno amichevole con voiceover della versione windows. Infine non è possibile applicare gli effetti durante la registrazione. Gli effetti si applicano solo dopo, su una traccia già registrata.
nota: veramente audacity carica i file.mid, mi dicono che se ne vede la traccia, ma non li si ascolta. Spiegatemi a cosa serve!

Prima di partire, tieni presente che ho un mac book air con os10.12.5 e non conosco altri modelli, perciò mi baso solo sul mio.
Inoltre facciamo che tu abbia già installato e lanciato audacity.
Quando si apre, voiceover ti dice
"zona strumenti - scroll area.
questo è lo spazio della finestra principale su cui lavorerai quasi sempre.
Inoltre fa che sia attivo il microfono integrato. Se non è così, c'è rimedio, ma semmai ne parliamo più avanti (vedi qualche paragrafo più sotto dove dice "dispositivo d'ingresso").

\\capitolo preliminari

al primo avvio, ti conviene sistemare un po' di cose nel programma o, semmai, trovare qualcuno che lo faccia per te!

\latenza

Se non devi giocare con sovraincisioni, puoi passare oltre.
da quando un suono entra nel microfono a quando viene recepito da audacity, passa del tempo. Se stai registrando una sola traccia, la cosa non ha importanza, ma se, ad esempio, devi seguire una traccia col metronomo, quando riascolti ti troverai fuori tempo. Audacity corregge questo ritardo, anticipando di un pochino la tua registrazione appena l'hai terminata. Di quanto? Purtroppo dipende dal computer che usi e non ti resta che fare un po' di prove.
Io ho fatto così.
1. apri audacity. ti dirà "zona strumenti". Bene. sei nel posto giusto.
2. premi r (registrazione) e senti voiceover che dice "traccia uno". Sta registrando.
3. adesso batti le mani un po' di volte, lentamente.
4. premi spazio per terminare la registrazione
5. con diversi colpi di option-shift-freccia sinistra porta la registrazione sulla sola cassa sinistra (anche i portatili hanno due diffusori!).
6. coi soliti function-f12 alza il volume, che sia ben forte.
7. premi ancora r. il microfono del computer sentirà la traccia uno e la registra nella traccia 2.
8. premi spazio per terminare la registrazione.
9. poi ancora spazio per riascoltare tutt'e due le tracce.
se senti le tue mani battere contemporaneamente sulle due tracce, sei a posto. Altrimenti devi modificare il valore di latenza.
Quali mani senti battere prima? A sinistra? Allora dovrai diminuire la latenza. o senti prima battere al centro? allora dovrai aumentarla.
Prima di andare a modificarlo però, cancella la traccia due con command z.
Per modificare la latenza fai così:
1. premi command virgola per accedere alle preferenze.
2. frecce su o giù per arrivare alla voce "registrazione" che è la terza dall'alto.
3. tab 4 volte e voiceover dice un numero e poi "audio nel buffer". Potrestidover modificare questo numero, ma per ora lascialo così.
4. tab ancora e voiceover dice un numero ( - 130 di default) e "correzione latenza". Ci siamo.
5. interagisci
6. cancella il numero che c'è già. purtroppo non è sufficiente inserire un nuovo carattere per cancellare il vecchio numero, perciò devi proprio cancellarlo con function backspace (cancella a destra). Ho già detto che audacity non è sempre simpatico? Se non l'avevo detto, lo dico adesso.
6. scrivi il nuovo valore che dovrà essere per forza preceduto dal segno - (meno) perchè audacity deve, con quel valore in millisecondi, far arretrare di un po' la traccia che registrerai.
7. altri due tab e vo spazio su ok per confermare e audacity torna a all'area "zona strumenti", da cui, con r e un buon volume, potrai registrare di nuovo la traccia due per verificare, riascoltandola, se i battiti di mani delle due tracce sono sincroni.
Per fortuna questo valore resta anche se chiudi audacity, anche se spegni il computer, anche se installi una nuova versione del programma.
Io, nel mio air, ho inserito -210 quando uso il microfono integrato, e -50 se uso una scheda audio usb.

\Esportare in mp3

Audacity carica molti formati audio, ma di default salva in quelli non compressi come aiff o wav. Se vuoi salvare in mp3, devi far così:
1. registra un semplice file: tu che conti fino a 5.
2. premi command-shift-e per esportare il file. Ti is apre la solita finestra mac dei salvataggi.
3. Nel menu a comparsa dei formati scegli "mp3" e vai fino a salva.
4. quando premi vo spazio su "salva", audacity ti chiede di dirgli dove può trovare la libreria lame per la codifica in mp3. Io ho provato a dargliene in pasto una che avevo già sul computer, ma lui la sputa, cosicchè non ti resta che
5. due volte tab e trovi un bottone per accedere al sito che ti permette di scaricarlo.
6. vo-spazio e si apre safari.
7. qui ti devi un po' arrangiare fino a trovare la download page da cui scaricare il .dmg della libreria lame. se no, chiedimelo.
8. lancia poi l'dmg. è un installer. Non lo ricordo esattamente, però so che ti dice che stai per installare la libreria lame.
9. con tab o con vo frecce trovi prima un "continua" su cui farai vo spazio, poi un "installa" su cui ugualmente farai un vo spazio, poi un "chiudi" su cui finalmente farai un vo spazio definitivo.
A questo punto il tuo audacity potrà esportare in mp3.

\modo di selezione delle tracce

Questo preliminare è utile solo se intendi lavorare con più di una traccia.
Di default audacity pensa di far bene a selezionare tutte le tracce quando nessuna è selezionata. Secondo me invece, questa opzione rompe. Per eliminarla fai così:
1. command virgola per preferenze.
2. frecce su/giù fino a "tracce".
3. quattro tab fino alla voce "seleziona tutto l'audio nel progetto se non è selezionato nulla". Deselezionalo con vo spazio.
4. poi tab fino a ok.

\dispositivo d'ingresso e d'uscita

Non volendo usare il microfono integrato, bravo ma panoramico, o volendo usare una tastiera musicale elettronica, ho dovuto procurarmi una scheda audio usb.
Collega perciò la tua scheda alla porta usb prima di lanciare audacity, poi lancia il programma e fai così:
1. command virgola per "preferenze"
2. frecce fino a "dispositivi" (il primo in alto)
3. tre tab e sei al menu a comparsa degli ingressi.
4. con le frecce su/giù raggiungi "usb audio codec" e confermalo.
5. poi con tab arriva fino all'ok. e clicca.
Se invece vuoi che anche l'uscita vada sulla scheda, dopo i quattro punti di prima, procedi così:
5. un tab e sei al menu a comparsa delle uscite.
6. con le frecce su/giù raggiungi "usb audio codec" e confermalo.
7. poi con tab arriva fino all'ok. e clicca.
tieni presente che in questo modo solo quello che ascolti con audacity passa in uscita attraverso la scheda, mentre voiceover continua ad uscire dagli altoparlanti del computer.

\due tasti caldi

questo preliminare serve se vuoi copiare, tagliare o compiere altre operazioni su un pezzo di traccia.
chi ha inventato audacity deve avere diverse mani! Infatti nella versione per mac ha pensato alle parentesi graffe per definire inizio e fine di blocchi da tagliare. La parentesi graffa sinistra, ad esempio, almeno nella tastiera italiana, si fa con option-shift-è accentata, cioè tre dita.
Per averlo sperimentato, io so che è anche molto utile poter usare le frecce per spostarsi lungo il file audio e trovare il punto giusto per marcare il blocco da tagliare o copiare. Insomma, bisogna trovare tasti più facili per segnare inizio e fine blocco.
Audacity sostiene di poter importare ed esportare il file dei tasti caldi (audacity.xml), ma purtroppo mente, altrimenti ti direi: scrivimi che te lo mando. Speriamo nelle prossime versioni!

Io comunque ho fatto così nelle versioni precedenti alla 2.1:
1. premi command virgola per accedere alle preferenze.
2. frecce su o giù per arrivare alla voce "tastiera" (è la penultima).
3. tab che passa al livello inferiore dell'albero (pop-up botton);
4. frecce fino a "modifica".
5. rinvio che seleziona "modifica""
6. tab che passa al livello inferiore dell'albero. voiceover ti dice "combinazioni tasti".
7. frecce giù fino a "selezione da sinistra alla posizione di riproduzione". è una espressione infelice per dire che definisce il margine di sinistra del blocco su cui lavorare.
8. tab che ti fa passare alla colonna in cui inserire il tasto caldo. di default è appunto la parentesi graffa sinistra.
9. premi s come sinistra.
10. tab ancora e arrivi al pulsante "imposta". Premilo. Se il tasto che volevi è già stato utilizzato da altro comando, audacity ti dà errore e ti fa rifare l'operazione. Altrimenti passa con tab fino ad ok e premilo.
Praticamente identica è l'operazione per definire la fine blocco.
1. command virgola per accedere alle preferenze.
2. frecce su o giù per arrivare alla voce "tastiera" (è la penultima).
3. tab che passa al livello inferiore dell'albero (pop-up botton);
4. frecce fino a "modifica".
5. rinvio che seleziona "modifica""
6. tab che passa al livello inferiore dell'albero. voiceover ti dice "combinazioni tasti".
7. frecce giù stavolta fino a "selezione da destra alla posizione di riproduzione".
8. tab che ti fa passare alla colonna in cui inserire il tasto caldo. di default è la parentesi graffa destra.
9. premi f come fine.
10. tab ancora e arrivi al pulsante "imposta". Premilo. Se il tasto che volevi è già stato utilizzato da altro comando, audacity ti dà errore e ti fa rifare l'operazione. Altrimenti passa con tab fino ad ok e premilo.
Ti consiglio s come sinistra e f come fine perchè sono tasti liberi da altre funzioni e perchè li userai con la mano sinistra mentre la destra, lo so già, sarà impegnata sulle frecce.
Alla fine dell'operazione, nei menu a tendina, a fianco del comando ti ritroverai il nuovo tasto caldo che hai settato.
Però nella versione attuale, la 2.1.1 la categoria "tastiera" delle preferenze è cambiata... e non in meglio! Perciò fai così:
1. command virgola per accedere alle preferenze.
2. con le frecce su/giù arriva a tastiera.
3. tab per accedere alla categoria "tastiera" e ti porta sul primo di tre pulsanti di scelta. Raggiungi gli altri sempre con tab. Devi selezionare uno dei tre che sono: visualizza per - nome - chiave.
4. vo spazio su "Visualizza per", e la selezioni.
5. tre tab e ti porti sul campo modificabile di ricerca.
6. ora digita la parola "sinistra".
7. tab e passi a "combinazioni" che è un gruppo.
8. dato che è un gruppo, per vedere cosa c'è dentro, interagisci.
Nel gruppo ci sono tutti comandi che contengono la parola "sinistra".
9. Scorri con vo giù o destra l'elenco che ti si presenta. Quando trovi quello giusto, selezionalo con vo spazio. Scorri fino a "da sinistra alla posizione del cursore" che, In questo caso dovrebbe essere la terza voce.
10) togli l'interazione.
11) tab o vo freccia destra per portarsi sul campo di editazione "Scorciatoia" che dovrà essere attivato con invio, altrimenti non si riesce ad inserire caratteri.
12) premi la lettera s.
13) tab per portarsi sul pulsante imposta e premi vo spazio per confermare. Se il tasto è già occupato, audacity te lo segnala e ti fa ripetere l'operazione.
14) altrimenti tab fino ad ok e conferma.
Per attivare il tasto caldo "f" di fine blocco, procedi alla stessa maniera, ma nel campo di ricerca scrivi "destra" e poi nel gruppo "combinazioni" scegli "Da destra alla posizione del cursore."


\\capitolo aprire, ascoltare, salvare un file audio

\aprire un file

Vuoi aprire un file.mp3 con audacity?
1. entra nella tua cartella dei file audio e posati sul file che vuoi e premi vo-shift-m, cioè il menu contestuale.
2. con le frecce vai su "apri con". cliccalo.
3. Tra le scelte che ti vengono proposte scegli "audacity" e rinvio. il file farà aprire il programma.
la stessa cosa puoi fare su un bel po' di altri formati: wav, aiff...
Ora audacity è aperto e il tuo file adesso occupa una sola traccia, anche se è stereo. Audacity infatti supporta tracce sia mono che stereo.
Ti trovi proprio nella principale area di lavoro che voiceover chiama "zona strumenti". E' qui che devi restare ed è qui che trovi la tua traccia e le altre che poi andrai eventualmente registrando nella stessa sessione.
Con vo destra e sinistra puoi spostarti su altre aree molto invitanti,come la "timeline", ma per ora rinuncia a frequentarle: audacity non risponderebbe a dovere.
Invece con command-f6 raggiungerai una barra di stato dove potrai leggere e scrivere diversi parametri relativi a quel che stai facendo.
Con command-f6 ancora entrerai in una barra di strumenti che non userai mai.
con command-f6 ancora torni all'area di lavoro. Insomma, con questo command-f6 fai il giro di queste tre aree.

\E adesso ascoltiamo!

Quando audacity è stato aperto col file.mp3 o altro formato, voiceover dirà il nome del file seguito dal solito "zona strumenti" che ci dice che siamo sulla parte centrale della videata principale.
premendo spazio una prima volta lo ascoltiamo.
Premendo ancora spazio una seconda volta lo azzittiamo.
Premendo ancora spazio una terza volta lo riascoltiamo, sempre dall'inizio.
Se però, ascoltando, premiamo la S che abbiamo settato prima, quando, dopo lo stop riascolteremo, l'ascolto riprenderà dal punto in cui abbiamo premuto la s; questo perchè appena si carica un file, la traccia è attivata o, come dice voiceover, "selezione attiva". Più avanti spiego cosa significa.

\salvataggio

La voce "salva" del menu "file", o option-s, salva il file nel formato proprietario di audacity, qualunque sia il formato del file caricato. Audacity li chiama "progetti".
Il formato audacity, detto appunto "progetto", consta di un file.aup e di una cartella che si chiama file_data, dove al posto della parola "file" ci sarà il nome che hai dato al momento del salvataggio. Dentro la cartella ci sono tanti file che contengono la digitalizzazione dei suoni. Non andarci a rovistare o a manomettere.
Se invece vuoi salvare in altri formati, invece della voce "salva" o Salva con nome", scegli la voce "esporta" con scorciatoia command-shift-e. Salvi però in mp3 solo se hai scaricato la libreria lame di cui ho detto in uno dei paragrafi dei preliminari. Non hai invece difficoltà a salvare nei formati non compressi come wav e aiff.

\\capitolo registrare, copiare, incollare, tagliare

\registriamo un file audio

Premendo la r, audacity comincia a registrare dichiarando "traccia uno". Prova a contare al microfono da 1 a 5. poi premi spazio e la registrazione si interrompe.
Premi spazio di nuovo e riascolta il tuo conteggio.
Ora premi shift-r e conta da 6 a 10.. spazio per interrompere la registrazione, e spazio di nuovo: Ti ascolterai contare da 1 a 10, perchè shift-r prosegue la registrazione in coda alla precedente, sulla stessa traccia.
Se invece premi solo r, Audacity apre un'altra traccia, parallela e contemporanea alla prima e che, quindi, riascolterai assieme a quella.
Puoi eliminare ogni cattiva registrazione con il consueto command-z.

\copiare

per copiare una traccia o una sua parte e per fare quasi tutte le operazioni su una traccia, bisogna anzitutto attivarla. Audacity dirà "selezione attiva" dopo il nome della traccia.
Tu fallo premendo rinvio.
Premuto ancora la traccia viene de-attivata e audacity dice solo il nome della traccia.
Quando la traccia è attivata, cioè in "selezione attiva" puoi lavorarci sopra.
Se tu avessi più di una traccia, con le frecce verticali potresti spostarti da una all'altra e voiceover ti direbbe che traccia è, e se la selezione è attiva o no.
Purtroppo se in campo ne hai una sola non ti dice niente! è solo antipatico! Fa solo un suono di fine corsa tanto con la freccia in su che con quella in giù e tu non sai se c'è davvero o no e se è attiva o no.
Allora puoi usare un trucco.
premi r e subito dopo spazio. Avrai creato una traccia 2 con niente dentro, ma ora voiceover tornerà a parlarti delle tracce.
Quando ne avrai aggiunta qualcun'altra potrai cancellare questa temporanea.
Altrimenti, se fai flic sul trackpad, voiceover ti dice se la traccia è selezionata o no. Non ti so dire se fliccare a destra o a sinistra, perchè dipende dalla posizione in cui ti trovi: smanetta un po'!
Adesso prendi la traccia di prima in cui hai contato da 1 a 10.

Vuoi elaborare i primi tre numeri? Devi dire ad audacity che la parte della traccia che ti interessa è la prima parte. Purtroppo anche questa operazione si chiama "selezione". Avrebbero ben potuto chiamarla in altro modo, ma non l'hanno fatto! è, insomma, una selezione della selezione! Prima si attiva la traccia per poi selezionarne un pezzo. Capito? Spero di sì!
Intanto sappi che j ti porta a inizio traccia e k a fine traccia.
Allora fai così:
1. premi spazio per ascoltare. Stavolta il tuo ascolto dura poco. Quando avrai dei file più lunghi le frecce ti sposteranno avanti e indietro a piccoli passi e shift-frecce o virgola e punto a passi più lunghi.
2. quando senti dire "tre" premi f come fine
3. spazio per interrompere l'ascolto
4. premi shift-j che seleziona da f a inizio traccia. Fatto.
5. se ora premi spazio potrai ascoltare la parte selezionata.
6. se invece premi b ascolterai da f alla fine, cioè quello che rimarrebbe se tu tagliassi la parte selezionata.
7. infine premi command c per copiare in memoria la porzione di traccia che hai selezionato.

Vuoi elaborare il pezzo da tre alla fine?
1. premi spazio per ascoltare
2. quando senti dire "due", premi s come sinistra.
3. spazio per interrompere l'ascolto
4. premi shift-k che seleziona da s a fine traccia.
5. se ora premi spazio potrai ascoltare la parte selezionata.
6. se invece premi b ascolterai da inizio a s, cioè quello che rimarrebbe se tu tagliassi la parte selezionata.
7. infine premi command-c per copiare in memoria la porzione di traccia che hai selezionato.

Vuoi elaborare solo il tre?
1. premi spazio per ascoltare
2. quando senti dire "due" premi s come sinistra.
3. quando senti dire "tre" premi f come fine. ora hai selezionato il solo numero tre.
4. spazio per interrompere l'ascolto.
5. se ora premi ancora spazio, potrai ascoltare la parte selezionata.
6. se invece premi c ascolterai l'anteprima di taglio, cioè in sequenza un secondo prima di s e un secondo dopo f, cioè quello che rimarrebbe se tu tagliassi la parte selezionata.

Vuoi elaborare tutta la traccia? Indovina come si fa! Dovresti arrivarci da sola!
Però puoi usare anche il consueto command-a, ma solo stavolta che usi una traccia sola, altrimenti command-a seleziona tutto di tutte le tracce, passandole anche direttamente in "selezione attiva".

\tagliare

Se invece di fare command-c, farai command-x, avrai eliminato il pezzo selezionato che però resterà in memoria per essere incollato altrove. Se invece di command-x premi command-k eliminerai definitivamente la porzione selezionata..

\incollare

Cancellato con command-x o copiato che sia, il tuo pezzetto potrà essere incollato su quella o su un'altra traccia. Mettiamo che tu voglia mettere il tre dopo il quattro. Fai così:
1. spazio per ascoltare.
2. quando hai sentito quattro, premi s come sinistra.
3. premi command-v per incollare lì il tuo tre. Puoi anche premerlo tante volte se vuoi incollarlo tante volte: per certe musiche diventa piuttosto utile! ma per questo c'è l'effetto "ripeti".

\\Capitolo registriamo una canzone suonata da te

\il metronomo

Mettiamo che tu voglia andare a tempo. Bisogna allora registrare il metronomo.
Si fa così:
1. vo m per andare alla barra dei menu
2. g per andare al menu "genera"
3. freccia giù fino a "click track"
4. tab che ti porta alla prima scelta da compiere. A che velocità vuoi il metronomo? Di default è 120. Scrivi un altro numero, ma prima cancella con function backspace il vecchio, come ho già scritto parlando di latenza.
5. tab ancora e sei su un campo in cui invece di cambiare il numero, puoi, con le frecce destra e sinistra incrementarlo o decrementarlo in percentuale. Troverai spesso in Audacity questo doppio modo per inserire un valore, quasi sempre negli effetti.
6. tab e sei a "beat per misura". Quanti clic per ogni battuta?4 per un quattro quarti, 3 per un tre quarti, sei per un sei ottavi, ma anche 7 o 11...
7. tab, e sei nel campo incrementa decrementa con frecce il clic per battuta.
8. tab e sei al "numero di battute". Di default sono 16.
9. tab e sei nel campo incrementa decrementa con frecce il numero di battute.
10. Basta così. premi Rinvio e immediatamente avrai la traccia 1 col tuo metronomo. Ci sono altre opzioni, ma fregatene.

\Nome alla traccia e menù contestuale

E' saggio dare anche un nome alle tracce. Finché ne hai due o tre non importa, ma quando diventano una decina o più e magari riprendi il tuo pezzo dopo qualche tempo...
Fai così:
1. Portati sulla traccia a cui dare un nome. Non importa che sia attivata.
2. vo shift-m o più semplicemente shift-m per accedere al menu contestuale.
3. Freccia giù e voiceover dice "nome"
4. rinvio poi digita il nome che vuoi dare alla tua traccia e ancora rinvio.
Sei tornata nella tua "zona strumenti" e ora la tua traccia appare col nome che le hai dato.
Magari esploralo un po' questo menù di contesto perché ci sono diverse voci che non subito, ma col tempo potrebbero diventarti utili, come lo sdoppiamento di una traccia stereo in due mono, o lo spostamento in su o in giù di una traccia.


\L'accompagnamento

ora, ascoltando il metronomo, devi registrare, poniamo ad esempio, la chitarra.
Naturalmente il microfono non deve sentire il metronomo, quindi mettiti una cuffia e inseriscila nella presina audio del mac.
Una stupida imposizione Apple fa sì che ci sia una sola presina audio per cuffia e microfono, ma se inserisci una cuffia, il microfono integrato resta funzionante. Se però vuoi usare un microfono migliore, devi procurarti, oltre al microfono, una scheda audio.
Il microfono integrato non è cattivo, ha solo il difetto di essere panoramico e quindi raccoglie anche i rumori dell'ambiente attorno.
Sai già come registrare: r per cominciare e spazio per terminare.
Può darsi però che tu voglia sentire nella cuffia non solo il metronomo, ma anche il tuo strumento, il che diventa indispensabile se usi, ad esempio, una tastiera. Per ottenere questo fai così:
1. vo m (barra menu)
2. freccia destra fino ad "attività;
Nota: per raggiungere i diversi menu a tendina di questa barra bastano normalmente le iniziali: m per modifica, v per visualizza, e per effetti, f per file. Però per arrivare ad "attività" devi digitare at e per arrivare a "finestre" addirittura tre lettere: fin.
3. freccia giù fino a "software playthrough"
4. vo spazio per selezionarlo.
C'è un'altra strada:
1. command virgola per preferenze.
2. frecce su/giù fino a registrazione.
3. tab tre volte fino a "sofftware playthrough
4. vo spazio per attivarlo.
Purtroppo audacity o voice over non ti segnalano il cambiamento da deselezionato a selezionato. Per farlo dai un colpo di tab in avanti e poi torna indietro con shift-tab. Questa operazione di avanti-indietro dovrai farla anche in altre occasioni.
Inoltre in questo modo sentirai il tuo strumento con un leggero ritardo che non sempre avvantaggia.
Per sentirlo immediatamente, Audacity avrebbe la funzione "hardware playthrough, sempre nella categoria "registrazione" delle preferenze, ma almeno da me non va.

\il canto e il riverbero

la procedura per registrare il canto, ascoltando metronomo e chitarra, a questo punto non deve presentarti difficoltà.
Però, riascoltando il tutto, ti accorgi che la tua voce andrebbe un po' levigata! Ci starebbe bene, poniamo, un po' di riverbero.
Allora fai così:
1. con le frecce su/giù accertati che l'unica traccia attivata in "selezione attiva" sia la terza, quella del canto appunto. Se non lo è, attivala con rinvio e disattiva le altre.
2. ora devi selezionare il pezzo di traccia su cui lavorare. Sai già come fare, vero? Con j vai a inizio traccia e con shift-k selezioni il pezzo da lavorare fino a fine-traccia.
3. vo m per barra menu
4. premi e per arrivare al menu effetti
5. freccia giù fino a riverbero. Se invece di tanti colpi di freccia, ne dài uno solo e poi r, arrivi al primo effetto con la r. Dopo, devi fare meno strada con le frecce.
6. rinvio o vo spazio per aprirlo.
7. l'effetto riverbero presenta troppe opzioni! perciò ti consiglio, se non hai voglia o tempo per esplorarle, di dare quattro shit-tab e arrivare a "gestisci" che sarebbe in fondo alla lista delle opzioni.
8. vo spazio per aprire "gestisci".
9. freccia giù fino al sottomenu "preset di fabbrica"
10. vo spazio per aprirlo.
11. Con le frecce su/giù punta su uno dei 10 preset.
12. vo spazio per sceglierlo. e torni a "gestisci".
13. se con due tab arrivi a ok e lo premi con vo spazio o rinvio, audacity provvederà ad applicare l'effetto alla traccia. Può però esserti utile con tab arrivare a "preview" che, cliccato, ti farà sentire un pezzetto come verrebbe.

\missaggio volumi

ora si tratta di far sì che chitarra e voce abbiano volumi adeguati. Il giudice insindacabile sarà il tuo orecchio, naturalmente.
Per ottenere i volumi giusti fai così:
1. con le frecce su/giù vai alla traccia desiderata. non c'è bisogno che la selezione sia attiva.
2. shift-g dà o toglie guadagno, gain in inglese. Se parli con tecnici del suono li sentirai più abituati al termine inglese. Valori positivi incrementano il volume, fino alla distorsione. valori negativi lo abbassano.
3. inserisci il valore che desideri
4. rinvio per confermarlo.
nota: esiste anche un effetto "amplifica", ma è più adatto a ridefinire il volume di porzioni di traccia. Il modo che ti ho scritto è più svelto.

\disposizione nello spazio stereo

Visto che abbiamo tutti apparecchi stereo, è bello che tutte le tracce non si facciano sentire al centro. Possiamo allora disporre i suoni di ogni traccia lungo un panorama stereo di 180 gradi, dall'estrema sinistra all'estrema destra.
per spostare una traccia lungo i 180 gradi fai così:
1. con le frecce su/(giù portati sulla traccia che ti interessa. Non importa che la selezione sia attiva.
2. option-shift-freccia sinistra sposta il suono a sinistra, option-shift freccia destra lo sposta a destra. Meglio farlo ascoltando.

\salvataggio

non ti resta che zittire l'inutile traccia del metronomo con shift-u (non importa che sia selezionata).
o anche cancellarla del tutto attivandola con rinvio e facendo shift-c come cancella.
Ora, finalmente, puoi salvare il tutto (option-s) nel formato esclusivo di audacity (cioè file.aup più cartella file_data) che salva tutto così com'è, con tutte le tracce separate. Oppure esportalo (command-shift-e) nei formati più digeribili da altri programmi: aiff, wav o mp3e altri.

\\Capitolo altre procedure utili o divertenti

\eliminare fruscìo e rumore di fondo

la procedura è chiaramente descritta dall'effetto stesso, quando lo apri, ma te la scrivo anche qui.
1. rinvio perchè la traccia sia in "selezione attiva".
2. con s e f seleziona un pezzetto (se puoi, qualche secondo) della traccia nella quale il rumore di fondo si presenti, meglio se da solo, senza il suono che vorresti ritrovare pulito.
3. vo m per barra menu
4. e per menu effetti.
5. Scendi con le frecce su/giù fino a "riduzione rumore".
6. vo spazio per attivarlo.
7. audacity ti dice subito: "elabora profilo rumore".
8. vo spazio per attivarlo. Audacity analizza e cerca di farsi un'idea del rumore di fondo presente nel pezzetto che hai selezionato e ti fa tornare alla tua traccia.
9. ora selezionala tutta: j shift-k.
10. di nuovo vo m barra menu
11. di nuovo e per menu effetti
12. di nuovo frecce per "riduzione rumore
13. di nuovo vo spazio per attivarlo
14. Se scorri con tab, trovi un sacco di valori che ti permettono di modificare l'idea di rumore che audacity si è fatto coi suoi algoritmi, ma l'unico che ho capito è il primo: indica se audacity deve ripulire il tuo file da tutto il rumore che ha trovato, se deve lasciarne un pochino, se deve essere ancor più severo (sconsigliato) e magari mangiarti un po' del suono che invece vorresti salvare. modificalo se vuoi.
15. a colpi di tab arriva ad ok
16. vo spazio per far partire la pulizia.

\togliere la voce del cantante da una canzone

con audacity puoi sostituirti al cantante ufficiale!
fai così:
1. carica il file audio della canzone.
2. la traccia sarà già in "selezione attiva", perciò devi solo definire su quale porzione di traccia vuoi operare. Sarà saggio operare su tutta la traccia e quindi fai j shift-k.
3. vo m per barra menu
4. e per menu effetti
5. frecce fino a "vocal remover"
6. vo spazio per aprirlo. c'è la solita serie di voci di cui so dirti solo che la prima dice se audacity deve eliminare molto o poco la voce del vecchio cantante.
Audacity toglie dalla tua traccia quanto c'è di uguale nei due canali. quando la voce è al centro vuol dire che si trova in misura uguale tanto a destra che a sinistra e così "vocal remover" la elimina.
Accade però frequentemente che giochi di sala d'incisione mettano alla voce l'eco o il riverbero in misura differente sui due canali, o la spostino da destra a sinistra durante il pezzo: in tal caso l'operazione non darà il risultato sperato e resteranno residui non rimossi della voce originale. Se però ci canti sopra potrebbero non dar fastidio.

\sottofondo musicale

Se una poesia è bella val la pena di recitarla. Se è bello ascoltare una poesia ben recitata, è bellissimo se sotto le parole c'è un sottofondo musicale.
audacity non può farti recitare bene se non lo sai fare, ma può farti comunque aggiungere un sottofondo musicale.
Fai così.
1. importa un file musicale
2. Dopo l'importazione la traccia sarà già attiva, perciò j shift-k per selezionare la parte su cui operare.
3. ascoltando la traccia 1, registra il tuo testo nella traccia 2 nel punto desiderato, cioè quando la colonna sonora ti suggerisce che lì ci stia bene. Se ti va di fare delle pause perchè magari il testo si divide in due o tre parti, falle tranquillamente lasciando andare avanti la registrazione.
Non devi attivare questa traccia. l'importante è che si trovi subito al di sotto di quella con la musica, quella sì attivata e selezionata.
4. vo m per barra menu
5. e per effetti
6. frecce giù fino a "riduci volume automaticamente
7. rinvio per aprirlo.
il primo valore che trovi dice quanto audacity deve abbassare la colonna sonora per far risaltare le parole. Fai subito rinvio: di solito è il volume giusto.
8. spazio e riascolta. Sentirai che un po' prima delle tue parole il volume si abbassa elegantemente per rialzarsi alla fine e riabbassarsi se riprendi a parlare. Bello, no?
Se non ti va bene, command-z per annullare e riprova modificando il primo valore che trovi aprendo l'effetto.
Se vuoi, alla fine, una spruzzata di riverbero alla traccia delle tue parole, darà loro un tocco magico che esalterà il tuo narcisismo!

\dividere in due un lungo file.

Mettiamo che il lungo file sia una conferenza. prima parla Alba, poi Barbara. Salvi tutto nel file conferenza.mp3.
Per salvare un file solo con Alba e un altro solo con Barbara fai così:
1. carica conferenza.mp3. A fine caricamento la traccia sarà già attivata.
2. con freccia destra (passo breve) o con shift-freccia destra o . (punto) (passo lungo) portati all'inizio dell'intervento di Barbara
3. ascoltando, metti la tua s, sinistra del blocco.
4. spazio per interrompere l'ascolto.
5. shift-k per selezionare fino a fine traccia.
6. command-X per toglierlo da lì e metterlo in memoria.
7. command-n per creare un nuovo progetto
8. command-v per creare la traccia 1 con l'intervento di Barbara.
9. option-s per salvare il file Barbara nel formato proprietario di audacity o command-shift-e per esportarlo in altri formati (.wav, aiff, mp3 ... a seconda del formato che vuoi ottenere.
10. vo m fin per il menu finestre
11. giù con le frecce fino alla voce "conferenza" e fai vo spazio
12. ora sei tornato al file conferenza che, però, contiene solo l'intervento di Alba, perciò o lo salvi o lo esporti con altro nome.

\unire in uno solo, due file in sequenza.

Prendo l'esempio del paragrafo precedente. Hai nella cartella "musica" del tuo computer il file alba.mp3 e il file barbara.mp3.
1. Càricali entrambi su audacity. Si verranno a trovare entrambi in traccia 1 attivata in due diverse finestre. Quella in primo piano è quella del secondo che hai caricato.
2. Mettiamo che tu sia sul file di Barbara. Selezionalo tutto con command-a o j shift-k.
3. command-c per copiarlo in memoria.
4. vo m barra menu
5. fin o freccia destra per accedere al menu finestre.
6. freccia giù fino alla voce "alba.mp3". e rinvio per aprire la finestra.
7. ti trovi ora sul file alba. Portati alla fine con k
8. aggiungi il contenuto della memoria, e cioè l'intervento di Barbara con un prevedibile command-v.

\dupplicando una traccia

mettiamo che tu abbia registrato una traccia con un tuo strumento musicale: flauto, violino, mandolino...
Ora attivala (rinvio) e selezionala con j shift-k.
audacity ti permette con command-d di dupplicarla.
Ora disattiva la prima e attiva la seconda, cioè la copia, la dupplicazione insomma.
Se con l'effetto "cambia intonazione" ne modifichi la frequenza, ascoltandole poi tutt'e due insieme potrai ottenere risultati bellissimi.
se alzi o abbassi di qualche centesimo di semitono fino a un decimo, otterrai quello che chiamano chorus (hai presente la chitarra che inizia "vita spericolata"?)
oppure, spostando una traccia tuta a destra, e l'altra tutta a sinistra, un finto stereo.
valori da 0.1 a 0.4 ti daranno un risultato tipo "voce celeste" di organi e armonium o il vibrato delle fisarmoniche.
valori di - (meno) o + (più) 5 o 7 daranno un rinforzo di quarta o di quinta, compatibile con certe musiche o sonorità.
valori di - (meno) o + (più) 12 ti daranno l'ottava. un mandolino o un violino rinforzato con l'ottava sotto, assumono un corpo importante.
Per agire sull'effetto fai così:
1. vo m - barra menu
2. e - menu effetti
3. frecce giù fino a "cambia intonazione"
4. vo spazio - per aprirlo.
5. tab alcune volte fino a "semitoni". è il campo in cui inserire la variazione in semitoni. Non interessarti degli altri campi!
6. interagisci
7. con function-baspace cancella il numero che ci trovi e scrivi il nuovo. fallo precedere dal segno - (meno) se vuoi un abbassamento della frequenza.
8. rinvio.
e poi ascolta le due tracce assieme. Magari ritocca il volume della traccia modificata.

\L'Equalizzatore, giochino perverso

Perché perverso? Perché permette di perdere un sacco di tempo e di rovinare registrazioni discrete nel tentativo di migliorarle! Solo in qualche fortunata occasione e guidato da mano esperta dà splendidi risultati. Per questo io non ne ho mai fatto uso, preferendo l'altro effetto, molto generico che permette di rimodellare alti e bassi.
L'equalizzatore in audacity è tuttavia uno strumento raffinato e val la pena parlarne lasciando a te la scelta se farne uso o no.
L'amico Massimo Maroncelli mi ha molto aiutato a scoprirlo e lo ringrazio.
Il nostro equalizzatore divide la gamma udibile in 31 bande, ognuna di un terzo d'ottava, da 20 hertz a 20.000, e tu potrai alzarle e abbassarle a piacere. Mettiamo, ad esempio, che un file audio presenti un bel ronzio a 50 hertz, tipico della corrente alternata delle nostre case, potrai azzerare la banda dei 50 hertz. Purtroppo questo non eliminerà del tutto il ronzio, perchè un suono, oltre alla sua nota fondamentale è più o meno ricco di armonici, ma insomma, un bel miglioramento ci sarà. Potrai altresì servirtene per effetti speciali: ottenere un suono come da telefono o radiolina, o viceversa migliorare la registrazione di una telefonata, ricreare il suono di una tromba da grammofono o più semplicemente, con ritocchi sapienti, migliorare una registrazione di fortuna.
La prima volta che lo usi, fai così:
0. Un preliminare indispensabile: r e registra una traccia temporanea con niente dentro; spazio per terminare la registrazione; rinvio per attivarla; j e shift-k per selezionarla tutta. Questo serve solo a darti la possibilità di aprire l'effetto equalizzatore che, altrimenti risulterà oscurato.
1.. Vo m per barra dei menù
2. e per effetti
3. giù fino a equalizzatore.
4. vo spazio o Rinvio per aprirlo.
5. tab fino a "eq grafico".
6. vo spazio per selezionarlo. In questo modo, d'ora in poi ti verranno vocalizzate tutte le 31 bande e i loro relativi valori. Questo settaggio varrà anche per le prossime volte che accedi all'equalizzatore, anche se avrai nel frattempo chiuso e riaperto audacity, spento e riacceso il computer.
7. Tab fino a ok.

dalla seconda volta in poi, quando avrai una traccia da equalizzare, farai così:
0. La traccia sarà attiva e avrai selezionato una porzione o tutta la traccia da elaborare.
1. vo m per barra dei menu.
2. e per effetti.
3. giù fino a equalizzatore.
4. vo spazio per aprirlo.
5. Due tab fino alla prima banda (20 hertz) che di default è al 50%, cioè non incrementa né decrementa suoni a 20 hertz, o, come dicono gli esperti, è "flat". Voiceover recita "50% 20 hertz, 0,0 decibel". Se vuoi modificarne il valore
6. con la freccia destra o giù decrementi, e con la sinistra e su incrementi il valore.
7. procedi con tab sulle altre bande che potrai elaborare come la prima, frecciando.
8. con tab arriva ad ok e confermalo.
C'è anche qui, raggiungibile con tab, un pulsante preview per sentire un po' come verrebbe.
Se poi pensi che l'equalizzazione che hai forgiato possa tornarti utile in altre occasioni, puoi anche salvarla, ma attenta, salvala prima di dare l'ok. E perché?
Beh, perché chi ha preparato questo effetto per audacity, non contento che già l'equalizzatore sia un discreto strumento di tortura, lo ha anche fatto in modo che ogni volta che lo apri ti si presenti con tutte le bande flat, col valore settato come da default al 50%. Fortunatamente salva anche le modifiche ai valori che tu cambi, in un preset che si chiama "senza nome".
Purtroppo lo rinnova ogni volta che apri l'equalizzatore, così se vuoi salvare i tuoi settaggi, devi salvare il preset prima dell'ok cambiandogli nome.
Farai così:
dopo aver settato i valori di alcune frequenze,
1. a colpi di tab ariva a "salva/gestisci curve")
2. vo spazio per aprirlo.
3. si apre una tabella che vien chiamata listCtrl e che contiene tutti i preset, per primi quelli già preparati dagli sviluppatori. Non devi interagire. Basta che tu la scorra con le frecce su giù. In fondo trovi il tuo "senza nome".
4. tre colpi di tab fino a Rinomina.
5. vo spazio per attivarlo.
6. Scrivi il nuovo nome, poi tab ad ok e confermalo.
ma non è ancora finita, perché potresti voler fare altre operazioni sulla listCtrl. Se invece vuoi terminare l'operazione:
7. altri colpi di tab fino ad un nuovo ok che confermerai.
8. Ora puoi arrivare all'ok finale dell'equalizzatore che così, finalmente, andrà ad operare coi tuoi settaggi sulla traccia attiva.

E se, come è probabile, vuoi modificare un tuo preset?
1. dall'interno dell'equalizzatore, con alcuni shift-tab raggiungi dove dice:
"Senza nome", selezione curve, menù a comparsa.
Qui riposano tutti i preset man mano salvati e quelli di fabbrica.
2. anche se è un menu a comparsa, scendi con le sole frecce fino al nome che avevi dato al settaggio precedente.
3. vo spazio per confermare.
Ora tutte le frequenze sono state portate ai valori che avevi dato tu quando hai salvato quel preset. Se però adesso vai a modificarne uno, automaticamente il tuo preset corrente cambierà nome nel solito "senza nome" e se vuoi salvarlo devi procedere come sopra.

Ci sono anche dei preset già pronti, e chissà, magari son proprio quelli che ti servono! Niente di straordinario: sono 11 preset, però vanno incontro ad esigenze prevedibili.

n.b.: Nell'equalizzatore trovi anche una voce "gestisci", che assomiglia a "salva/gestisci curve", ma non è lo stesso. NOn usarla: non funziona!

 

\\Appendice1 - gli effetti

Eccoti una breve descrizione di alcuni dei molti effetti che Audacity ti mette a disposizione. Sappi anche che in rete ce ne sono anche altri, molti altri di cui audacity si può servire.
oltre ai consueti ok e annulla, in quasi tutti gli effetti c'è il pulsante "anteprima" o "preview" che ti darà la possibilità di ascoltare l’effetto per un breve tempo, e il pulsante "gestisci" dal quale puoi accedere a preset di fabbrica (rari)o salvati da te.
Ecco gli effetti:

Amplifica: aumenta o diminuisce il livello dell'audio selezionato in base alla variazione in dB specificata. Il numero in percentuale che l'effetto ti presenta quando lo apri, è il più alto che tu possa usare senza distorcere.

bassi e alti: alza o abbassa bassi e acuti.

Cambia intonazione: permette di variare l'intonazione dell'audio selezionato senza modificarne il tempo

Cambia tempo: modifica il tempo ma non l'intonazione dell'audio selezionato; è il classico effetto utilizzato in certi messaggi pubblicitari con un parlato molto veloce.

Cambia tempo e intonazione: modifica sia la velocità che l'intonazione dell'audio selezionato

Compressione: interviene sulla dinamica di un segnale audio (ad es. si può utilizzare su una traccia vocale per ottenere un volume abbastanza costante e omogeneo) oppure, su strumenti come chitarra, pianoforte o percussioni ne prolunga il suono.

Eco: effetto di eco

Equalizzazione: permette di intervenire sulle frequenze.
dissolvenza in entrata: alza lentamente il volume. utile specialmente a inizio audio.
dissolvenza inuscita: sfuma, cioè abbassa il volume lentamente. utile specie alla fine di un audio.
Filtri classici: lasciano passare solo certe frequenze, passa-bassi, passa-alti.

inverti: inverte la fase dell'audio. Non senti alcuna differenza in pratica.

Leveller: porta tutto l'audio allo stesso volume. La forzatura può essere più o meno forte. Bada che se ci sono pause, il poco fruscio o rumore di fondo in quei tratti viene alzato più o meno a seconda della forza di livellamento che hai scelto.
.
Normalizza: imposta ad un valore specifico il livello massimo dei picchi di una forma d'onda. La normalizzazione serve anche a far sì che la tua musica, ascoltata in mezzo ad altre, risulti allo stesso volume.

Phaser: crea una sfasatura delle frequenze nel tempo, applicandovi un ritardo modulato. provalo per capire.

Paulstretch: stiracchia notevolmente un segmento audio allungandolo moltissimo.

Rovescia: riproduce l'audio al contrario

riduci rumore automaticamente: abbassa la colonna sonora quando nella traccia sottostante c'è dell'audio, ad esempio del parlato.

Rimozione rumore: utile soprattutto per le tracce di parlato; specificando un intervallo dove sia presente solo il rumore di fondo, possiamo poi rimuoverlo in maniera più o meno selettiva dall'intera traccia audio, ripulendola

Rimozione click: rimuove disturbi nell'audio come accensione o spegnimento di apparecchiature elettriche.

Ripara: serve a riparare un brevissimo tratto di un file audio danneggiato, massimo 128 campioni. Se pensi che una normale registrazione ne ha 44100 in un secondo, 128 campioni sono circa 3 millesimi di secondo che vengono riparati non so come, probabilmente usando 128 campioni immediatamente contigui al danno.

Ripeti: ripete un numero preciso di volte l'audio selezionato

riverbero: genera riverbero.

scrivi comando nyquist: Nyquist è un linguaggio di programmazione con cui si possono fare interessanti plug-in per audacity. Molti se ne trovano in rete con estensione .ny. Da qui sarebbe possibile inserire comandi di questo linguaggio,ma soprattutto bisognerebbe conoscerlo.!

slittamento tempo/intonazione: sposta la velocità d'esecuzione e/o l'intonazione durante la riproduzione, da lento a veloce e viceversa, da frequenze gravi ad acute e viceversa.

Whawha: classico effetto (in pratica un tipo di filtro) specie per chitarra

Cross Fade In e Cross Fade Out: dissolvenze in entrata o in uscita che applicano una curva diversa da quelle viste in precedenza

ritardo: ripetizione (replica una o più volte un suono con un certo ritardo temporale). come eco.

Limiter: imposta una soglia massima rigida, attenuando i segnali che la superano

High Pass Filter: filtro passa alto; taglia tutte le frequenze al di sotto di un certo valore

Low Pass Filter: filtro passa basso; taglia tutte le frequenze al di sopra di un certo valore

Tremolo: applica una variazione periodica all'intensità del segnale

vocal reduction and isolation: cerca di isolare la voce del cantante o di qualche strumento dagli altri, ma non sempre ci riesce. Prova e spera.

vocal remover: cerca di eliminare la voce del cantante: prova e spera.

beh, per ora basta così.

\\appendice 2 - tasti caldi

questa la lista di tutti i comandi di audacity seguiti dal relativo tasto caldo. Se non ce n'è segnato nessuno è segno che puoi attivarlo da "preferenze" "tastiera.
tasti caldi
Nuovo "command +N"
Apri... "command +O"
Chiudi "command +W"
Salva progetto "command +S"
Salva progetto con nome... ""
Salva copia compressa progetto... ""
Controlla dipendenze... ""
Modifica metadati... ""
Audio... "Shift+command +I"
Etichette... ""
MIDI... ""
Dati Raw... ""
Esporta audio... "Shift+command +E"
Esporta audio selezionato... ""
Esporta etichette... ""
Esportazione multipla... "Shift+command +L"
Esporta MIDI... ""
Applica concatenazione... ""
Modifica concatenazioni ""
Imposta pagina... ""
Stampa... ""
Esci "command +Q"
Annulla Registra "command +Z"
Ripristina "Shift+command +Z"
Taglia "command +X"
Elimina "command +K"
Copia "command +C"
Incolla "command +V"
Duplica "command +D"
Dividi e taglia "Alt+command +X"
Dividi ed elimina "Alt+command +K"
Silenzia audio "command +L"
Ritaglia audio "command +T"
Incolla testo in nuova etichetta "Alt+command +V"
Dividi "command +I"
Dividi e crea nuovo "Alt+command +I"
Unisci "command +J"
Separa ai silenzi "Alt+command +J"
Taglia "Alt+X"
Elimina "Alt+K"
Dividi e taglia "Alt+Shift+X"
Dividi ed elimina "Alt+Shift+K"
Silenzia audio "Alt+L"
Copia "Alt+Shift+C"
Dividi "Alt+I"
Unisci "Alt+J"
Separa ai silenzi "Alt+Shift+J"
Tutto "command +A"
Nulla "Shift+command +A"
Commuta selezione spettro "Q"
Successivo picco frequenza pi๠alto ""
Successivo picco frequenza pi๠basso ""
Da sinistra alla posizione di riproduzione "S"
Da destra alla posizione di riproduzione "F"
Da inizio traccia al cursore "Shift+J"
Dal cursore a fine traccia "Shift+K"
In ogni traccia "Shift+command +K"
In tutte le tracce con blocco sincronizzazione "Shift+command +Y"
Trova incroci con zero "Z"
A inizio selezione ""
A fine selezione ""
A inizio traccia "J"
A fine traccia "K"
Salva regione ""
Ripristina regione ""
Blocca ""
Sblocca ""
Preferenze... "command +,"
Zoom avanti "command +1"
Zoom normale "command +2"
Zoom indietro "command +3"
Zoom sulla selezione "command +E"
Adatta alla finestra "command +F"
Adatta verticalmente "Shift+command +F"
Vai a inizio selezione "command +["
Vai a fine selezione "command +]"
Collassa tutte le tracce "Shift+command +C"
Espandi tutte le tracce "Shift+command +X"
Mostra clipping ""
Cronologia... ""
Karaoke... ""
Pannello mixer... ""
Barra Dispositivi ""
Barra Modifica ""
Barra monitor combinato ""
Barra monitor registrazione ""
Barra monitor riproduzione ""
Barra Mixer ""
Barra Selezione ""
Barra selezione spettro ""
Barra Strumenti ""
Barra Trascrizione ""
Barra Attività  ""
Ripristina Barre degli strumenti ""
Riproduci/Ferma "Space"
Riproduci/Ferma e Imposta cursore "Shift+A"
Riproduci ciclicamente "Shift+Space"
Pausa "P"
Vai all'inizio "Home"
Vai alla fine "End"
Registra "R"
Programma registrazione... "Shift+T"
Aggiungi registrazione "Shift+R"
Sovraregistra (Attivo/Non attivo) ""
Software Playthrough (Attivo/Non attivo) ""
Registrazione attivata da audio (Attiva/Non attiva) ""
Livello attivazione audio... ""
Ripeti ricerca per dispositivi audio ""
Mono Track "Shift+command +N"
Traccia stereo ""
Traccia etichetta ""
Traccia tempo ""
Da traccia stereo a mono ""
Miscela e renderizza ""
Miscela e renderizza in nuova traccia "Shift+command +M"
Ricampiona... ""
Rimuovi tracce "Shift+D"
Rendi mute tutte le tracce "command +U"
Rendi udibili tutte le tracce "Shift+command +U"
Allinea fine con fine ""
Allinea insieme ""
Inizio a zero ""
Inizio al cursore/inizio selezione ""
Inizio a fine selezione ""
Fine al cursore/inizio selezione ""
Fine a fine selezione ""
Inizio a zero ""
Inizio al cursore/inizio selezione ""
Inizio a fine selezione ""
Fine al cursore/inizio selezione ""
Fine a fine selezione ""
Blocca sincronizzazione tracce ""
Aggiungi etichetta alla selezione "command +B"
Aggiungi etichetta al punto di riproduzione "command +."
Modifica etichette... ""
Per tempo di inizio ""
Per nome ""
Manage... ""
Chirp... ""
.." DTMF Tones... ""
Noise... ""
Silenzia... ""
Tone... ""
Click Track... ""
Pluck... ""
Risset Drum... ""
Manage... ""
Ripeti l'ultimo effetto "command +R"
Amplifica... ""
Bassi e alti... ""
Cambia intonazione... ""
Cambia tempo e intonazione... ""
Cambia Tempo... ""
Compressione... ""
Dissolvenza in entrata ""
Dissolvenza in uscita ""
Eco... ""
Equalizzazione... ""
Inverti ""
Leveller... ""
Normalizza... ""
Paulstretch... ""
Phaser... ""
Riduci volume automaticamente... ""
Riduzione rumore... ""
Rimozione clic... ""
Ripara ""
Ripeti... ""
Riverbero... ""
Rovescia ""
Scrivi comando Nyquist...... ""
Slittamente tempo/intonazione... ""
Tronca silenzio... ""
Wahwah... ""
Adjustable Fade... ""
Clip Fix... ""
Crossfade Clips ""
Crossfade Tracks... ""
High Pass Filter... ""
Limiter... ""
Low Pass Filter... ""
Notch Filter... ""
Ritardo... ""
Spectral edit multi tool ""
Spectral edit parametric EQ... ""
Spectral edit shelves... ""
Studio Fade Out ""
Tremolo... ""
Vocal Reduction and Isolation... ""
Vocal Remover... ""
Vocoder... ""
Manage... ""
Contrasto... "Shift+command +T"
Mostra spettro... ""
Trova clipping... ""
Beat Finder... ""
Labels..." Regular Interval Labels... ""
Sample Data Export... ""
Silence Finder... ""
Sound Finder... ""
Guida rapida ""
Manuale ""
Strumenti cattura schermo... ""
Check for Updates... ""
Informazioni su dispositivo audio... ""
Mostra log... ""
Generate Support Data... ""
Informazioni su Audacity... ""
Sposta indietro attraverso le finestre attive "Alt+Shift+F6"
Sposta in avanti attraverso le finestre attive "Alt+F6"
Vai indietro dalle barre strumenti alle tracce "Shift+command +F6"
Vai avanti dalle barre strumenti alle tracce "command +F6"
Strumento Selezione "F1"
Strumento Inviluppo "F2"
Strumento Disegno "F3"
Strumento Zoom "F4"
Strumento Spostamento Temporale "F5"
Modalità  Multi-Strumento "F6"
Strumento successivo "D"
Strumento precedente "A"
Riproduci ""
Ferma ""
Riproduci un secondo "1"
Riproduci fino alla selezione "B"
Play Before Selection Start "Shift+F5"
Play After Selection Start "Shift+F6"
Play Before Selection End "Shift+F7"
Play After Selection End "Shift+F8"
Play Before and After Selection Start "Shift+command +F5"
Play Before and After Selection End "Shift+command +F7"
Riproduci anteprima di taglio "C"
Dalla selezione all'inizio "Shift+Home"
Dalla selezione alla fine "Shift+End"
Tasto Canc "Backspace"
Tasto Canc2 "Delete"
Breve ricerca a sinistra durante la riproduzione "Left"
Breve ricerca a destra durante la riproduzione "Right"
Lunga ricerca a sinistra durante la riproduzione "Shift+Left"
Lunga ricerca a destra durante la riproduzione "Shift+Right"
Sposta l'attivazione sulla traccia precedente "Up"
Sposta l'attivazione sulla traccia seguente "Down"
Move Focus to First Track "command +Home"
Move Focus to Last Track "command +End"
Sposta l'attivazione sul precedente e seleziona "Shift+Up"
Sposta l'attivazione sul seguente e seleziona "Shift+Down"
Commuta la traccia attivata "Return"
Commuta la traccia attivata "NUMPAD_ENTER"
Cursore Sinistro "Left"
Cursore Destro "Right"
Breve spostamento del cursore a sinistra ","
Breve spostamento del cursore a destra "."
Lungo spostamento del cursore a sinistra "Shift+,"
Lungo spostamento del cursore a destra "Shift+."
Estendi la selezione a sinistra "Shift+Left"
Estendi la selezione a destra "Shift+Right"
Imposta (o estendi) selezione a sinistra ""
Imposta (o estendi) selezione a destra ""
Contrai la selezione a sinistra "Shift+command +Right"
Contrai la selezione a destra "Shift+command +Left"
Cambia bilanciamento sulla traccia attivata "Shift+P"
Bilancia a sinistra sulla traccia attivata "Alt+Shift+Left"
Bilancia a destra sulla traccia attivata "Alt+Shift+Right"
Cambia guadagno sulla traccia attivata "Shift+G"
Aumenta guadagno sulla traccia attivata "Alt+Shift+Up"
Diminuisci guadagno sulla traccia attivata "Alt+Shift+Down"
Apri menu sulla traccia attivata "Shift+M"
Rendi muta/non muta la traccia attivata "Shift+U"
Rendi sola/non sola la traccia attivata "Shift+S"
Chiudi traccia attivata "Shift+C"
Move focused track up ""
Move focused track down ""
Move focused track to top ""
Move focused track to bottom ""
Ancoraggio disattivo ""
Ancora al pi๠vicino ""
Ancora al precedente ""
Schermo pieno (Attivoi/Non attivo) "command +/"
Cambia dispositivo di registrazione "Shift+I"
Cambia dispositivo di riproduzione "Shift+O"
Cambia sistema audio "Shift+H"
Cambia canali di registrazione "Shift+N"
Regola volume di riproduzione ""
Aumenta volume di riproduzione ""
Diminuisci volume di riproduzione ""
Regola volume di registrazione ""
Aumenta volume di registrazione ""
Diminuisci volume di registrazione ""
Riproduci alla velocità  ""
Riproduci ciclicamente alla velocità  ""
Riproduci anteprima taglio alla velocità  ""
Regola velocità  di riproduzione ""
Aumenta velocità  di riproduzione ""
Diminuisci velocità  di riproduzione ""